Sportello assicurazioni attivo da marzo

Grazie a una collaborazione tra AIMA Biella e l’agenzia AXA Costa.

Inizia mercoledì 6 marzo un nuovo servizio dedicato ai soci del Centro Mente Locale e ai loro familiari e che nasce dalla collaborazione tra AIMA Biella e AXA, la seconda compagnia di assicurazioni europea ed in particolare con l’agenzia Costa di Biella. Il servizio mette gratuitamente a disposizione un esperto per coloro che vogliono approfondire i temi della previdenza, con particolare attenzione alla protezione in caso di peggioramento delle condizioni di salute e conseguente invalidità.

Ricoveri, assistenza domiciliare e spese mediche sono tra le principali circostanze capaci di incidere fortemente nel bilancio familiare e lo sono ancor di più se giungono, come purtroppo spesso accade, senza adeguata preparazione da parte delle persone che si trovano a far loro fronte. Per questo ha senso pensarci in tempo, anche quando si è ancora giovani e attivi, per poter raccogliere le informazioni giuste e farsi un quadro delle varie opportunità.

Lo “sportello” sarà ospitato in via Gramsci 29 nella sede del centro Mente Locale. Sarà aperto i mercoledì e venerdì, dalle 17 alle 18, in queste date:
A marzo: mercoledì 6, venerdì 8, mercoledì 20, venerdì 22
A aprile: mercoledì 3, venerdì 5, mercoledì 17, venerdì 19
A maggio: venerdì 3, mercoledì 15, venerdì 17
A giugno: mercoledì 5, venerdì 7, mercoledì 19, venerdì 21

In ogni data, l’esperto sarà disponibile per due appuntamenti di circa 30 minuti ciascuno. Per prenotare un appuntamento basta chiamare la segreteria del centro Mente Locale allo 015401767.

Corsi per allenare la mente

Da una collaborazione tra AIMA Biella e CNA pensionati nuove attività al centro Mente Locale

Nascono da una collaborazione tra AIMA Biella e la CNA Pensionati i nuovi corsi che andranno ad arricchire l’offerta di attività del centro Mente Locale a Villa Boffo, resa disponibile grazie all’impegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella. A partire da marzo si potrà scegliere tra corsi di computer di base, pittura, ricamo e cucito, mosaico, meccano ma anche giardinaggio e molti altri.

I corsi sono aperti a persone di tutte le età e prevedono la partecipazione minima di tre o quattro iscritti per ogni gruppo. Per partecipare bisogna iscriversi all’AIMA con tessera associativa annuale di 50 euro che offri i seguenti vantaggi:

  • Accesso al centro Mente Locale e al suo giardino bioenergetico.
  • Copertura assicurativa per tutte le attività svolte all’interno del centro e durante le uscite organizzate.
  • Una prova gratuita ai vari corsi a pagamento.
  • Sconto del 10% sull’acquisto della prima tesserina caffè e sul primo pranzo consumato presso la Caffetteria di Mente Locale.

Oltre a questa nuova iniziativa, ci sono già molti altri corsi e attività cui partecipare al centro Mente Locale: dallo yoga alla pittura, dalla camminata nordica alla fotografia, dalla ginnastica posturale alla psicodanza. Informazioni e iscrizioni al numero della segreteria di Mente Locale 015401767.

PieMEMOnte: tutti i posti esauriti

I Biellesi aderiscono in massa all’iniziativa di AIMA Biella per lo screening della memoria.

Non è passata nemmeno una settimana e tutti i posti disponibili per lo screening della memoria sono già stati prenotati.
Il progetto “PieMEMOnte. Insieme per la memoria” di cui è capofila AIMA Biella è partito nel migliore dei modi, facendo emergere per altro una positiva sensibilità dei biellesi over sessantenni al tema dell’invecchiamento attivo di cui l’iniziativa è una concreta declinazione pratica.
Grazie all’adesione entusiasta di quindici farmacie biellesi, lo screening potrà essere fatto vicino a casa e consisterà in un colloquio di circa una ventina di minuti con uno psicologo.

Le farmacie che partecipano sono Marinoni, dottori Domenicone, Balestrini, Masarone, Santo Stefano e San Filippo a Biella città. In provincia sono invece la Farmacia di Sandigliano, Valeggia a Sagliano Micca, Bardari a Ponderano, Ruffino a Viverone, San Raffaele e Viana a Cossato, Zantonelli a Mosso/Valdilana, Rolando e San Giuseppe a Vigliano.

Seconda fase: le attività per “allenare” la memoria
Quando sarà finita la fase di screening, ai partecipanti ritenuti idonei, secondo i parametri stabiliti dal progetto, sarà data la possibilità di prendere parte, gratuitamente per tre mesi, alle attività di “allenamento” della memoria che sono offerte da AIMA Biella presso il centro incontri Mente Locale a Biella. Comunicheremo in seguito ai destinatari i dettagli e le informazioni su questa fase del progetto.

“PieMEMOnte. Insieme per la memoria” è un progetto che è nato dal coordinamento delle associazioni piemontesi dei malati di Alzheimer con il supporto degli ordini professionali dei farmacisti, degli psicologi, dei medici, dei Centri Servizi Volontariato, di alcuni comuni e delle aziende sanitarie dei territori interessati. E’ finanziato con fondi europei ottenuti attraverso un bando della Regione Piemonte.

Le sei associazioni coinvolte
Associazione Italiana Malattia di Alzheimer (AIMA) Territoriale Biella (capofila)Associazione Alzheimer Asti onlus
Associazione Malati Alzheimer (AMA) Novara onlus
Associazione Malati Alzheimer (AMA) Chieri onlus
Associazione Vercellese Malati Alzheimer (AVMA) onlus Vercelli
Associazioni Familiari Alzheimer (AFA) onlus Verbano Cusio Ossola

PieMEMOnte: l’elenco delle farmacie

Dal 6 febbraio i primi colloqui per lo screening gratuito della memoria.

A Biella e in altre cinque aree della regione è partito il progetto “PieMEMOnte Insieme per la memoria”. Un’iniziativa che nasce dal coordinamento delle associazioni dei malati di Alzheimer con il supporto degli ordini professionali dei farmacisti, degli psicologi, dei medici, dei Centri Servizi Volontariato, di alcuni comuni e delle aziende sanitarie dei territori interessati. AIMA Biella è la capofila di questo progetto che ha vinto un bando della Regione Piemonte nell’autunno del 2018.

Il progetto si rivolge a tutti i biellesi con più di 60 anni. La partecipazione è volontaria, gratuita e si svolgerà in due fasi distribuite nell’arco del 2019.
Chi è interessato deve prenotare lo screening, telefonando prima ai numeri del centro incontro Mente Locale AIMA Biella 015.401767 oppure 392.7703051.
Una volta prenotato lo screening, basterà andare nella farmacia indicata e fare un colloquio di circa 20 minuti con uno psicologo che stenderà poi un resoconto dell’incontro, dando anche dei suggerimenti sui passi successivi da compiere. Le farmacie biellesi che aderiscono a PieMEMOnte si trovano sia a Biella città, sia nella provincia.

DATE FARMACIA ORARI
Mercoledì 6 febbraio   Farmacia Marinoni, Biella  15:00 – 18:00
Venerdì 8 febbraio   Farmacia dottori Domenicone, Biella Chiavazza  9:00 – 12:00
Sabato 9 febbraio   Farmacia Balestrini, Biella  9:00 – 12:00
Lunedì 11 febbraio   Farmacia Masarone, Biella  15:00 – 18:00
Mercoledì 13 febbraio   Farmacia di Sandigliano, Sandigliano  15:00 – 18:00
Lunedì 18 febbraio   Farmacia Santo Stefano, Biella  15:00 – 18:00
Mercoledì 20 febbraio   Farmacia San Filippo, Biella  15:00 – 18:00
Giovedì 21 febbraio   Farmacia Valeggia, Sagliano Micca  15:00 – 18:00
Venerdì 22 febbraio  Farmacia Masarone, Biella  9:00 – 12:00
Lunedì 25 febbraio   Farmacia Bardari, Ponderano  15:00 – 18:00
Mercoledì 27 febbraio  Farmacia Balestrini, Biella  15:00 – 18:00
Giovedì 28 febbraio   Farmacia Ruffino, Viverone  16:00 – 19:00
Venerdì 01 marzo   Farmacia San Raffaele, Cossato  9:00 – 12:00
Sabato 02 marzo   Farmacia Zantonelli,  Valdilana Mosso 9:00 – 12:00
Mercoledì 06 marzo   Farmacia Rolando, Vigliano  15:00 – 18:00
Giovedì 07 marzo   Farmacia San Giuseppe, Vigliano  15:00 – 18:00
Giovedì 07 marzo  Farmacia Marinoni, Biella  16:00 – 19:00
Venerdì 08 marzo   Farmacia Viana, Cossato   9:00 – 12:00

Al via il “check up” della memoria

Col progetto “PieMEMOnte” di cui AIMA Biella è capofila screening in farmacia per gli over sessantenni.

Come il peso, il diabete, la pressione, anche la memoria è un aspetto della salute che può essere tenuto sotto controllo per stare meglio più a lungo.

A Biella e in altre cinque aree della regione è ai nastri di partenza in questi giorni il progetto “PieMEMOnte Insieme per la memoria”. Un’iniziativa che nasce dal coordinamento delle associazioni dei malati di Alzheimer con il supporto degli ordini professionali dei farmacisti, degli psicologi, dei medici, dei Centri Servizi Volontariato, di alcuni comuni e delle aziende sanitarie dei territori interessati.

AIMA Biella è la capofila di questo progetto che ha vinto l’assegnazione di risorse del Fondo Sociale Europeo, partecipando a un bando della Regione Piemonte nell’autunno del 2018 e classificandosi al sesto posto su 220 proposte progettuali.

Nel concreto, il progetto si rivolge a tutti i biellesi che abbiano superato i 60 anni. E’ volontario, gratuito e si svolgerà in due fasi distribuite nell’arco dell’intero 2019.

Prima fase: lo screening della memoria in farmacia
Nei primi mesi del 2019, tutti gli over sessantenni interessati a controllare la salute della loro memoria potranno recarsi in una delle sei farmacie biellesi che aderiscono al progetto e fare lo screening. Tutto ciò che è richiesto è la disponibilità a un colloquio di circa venti minuti con uno psicologo che stenderà poi un resoconto dell’incontro, dando anche dei suggerimenti sui passi successivi da compiere. L’elenco delle farmacie e i dettagli pratici su come prenotare saranno disponibili nei prossimi giorni.

Seconda fase: attività per “allenare” la memoria
Finita la fase di screening, a tutti quei partecipanti ritenuti idonei, secondo i parametri stabiliti dal progetto, sarà data la possibilità di prendere parte, gratuitamente per tre mesi, alle attività di “allenamento” della memoria che sono offerte da AIMA Biella presso il centro incontri Mente Locale a Biella. Anche questa parte del progetto sarà su base volontaria e consisterà in un ciclo di dodici incontri a cadenza settimanale, di circa un paio d’ore ciascuno, durante il quale la persona potrà imparare come stimolare e tenere in efficienza la propria memoria.

Obiettivo prevenzione
La prevenzione è un fattore cruciale anche per i disturbi della memoria. Riuscire a intercettare i primi sintomi di lieve decadimento cognitivo è l’unica strada possibile per mettere in campo velocemente quelle attività di stimolazione della memoria che possono oggi aiutare le persone a invecchiare meglio. Ne sono convinte le sei organizzazioni di volontariato che, con AIMA Biella, porteranno avanti il progetto “PieMEMOnte Insieme per la memoria” nel Verbano Cusio Ossola, Vercellese, Novarese, Astigiano e Chierese. “Oggi la ricerca scientifica individua nelle attività di stimolazione attiva della memoria e nella socializzazione alcuni tra gli strumenti più importanti per rallentare il decadimento cognitivo e migliorare la qualità della vita sul lungo periodo” dichiara Franco Ferlisi, presidente di AIMA Biella. Un’altra importante ricaduta del progetto, spiega Ferlisi, è la diffusione di un nuovo approccio ai disturbi della memoria che sia improntato alla consapevolezza e a un atteggiamento pro-attivo, non più allo stigma, al disagio e alla solitudine.

Questo progetto dovrebbe consentire di raggiungere circa duemila persone in Piemonte e può essere considerato un’iniziativa di valenza nazionale.

Le sei associazioni coinvolte
Associazione Italiana Malattia di Alzheimer (AIMA) Territoriale Biella (capofila)
Associazione Alzheimer Asti onlus
Associazione Malati Alzheimer (AMA) Novara onlus
Associazione Malati Alzheimer (AMA) Chieri onlus
Associazione Vercellese Malati Alzheimer (AVMA) onlus Vercelli
Associazioni Familiari Alzheimer (AFA) onlus Verbano Cusio Ossola

Queste sei associazioni fanno parte del Coordinamento delle Associazioni Alzheimer Piemontesi (CAAP), costituito nel 2014. Si tratta di una rete, nata in modo spontaneo, che raggruppa dodici associazioni di volontariato e che, in maniera autonoma, mette in condivisione buone pratiche, esperienze e contatti. “PieMEMOnte Insieme per la memoria” è il primo frutto di questa collaborazione.

Un finanziamento europeo per la salute
Il progetto “PieMEMOnte Insieme per la memoria” è finanziato dalla Regione Piemonte attingendo ai soldi del Fondo Sociale Europeo che il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha messo a disposizione per il sostegno all’inclusione sociale e il contrasto alle solitudini involontarie specie negli anziani. L’investimento totale è di circa 79 mila euro, coperti per il 18% dalle associazioni e, per il resto, dal bando della Regione Piemonte.